Modellazione 3D

Le attività di modellazione 3D consistono in tutti quei processi atti a realizzare forme tridimensionali (altrimenti detti modelli 3D) all’interno di ambienti virtuali, attraverso l’ausilio di appositi applicativi (software 3D) e supporti informatici. Esistono due grandi famiglie nell’ambito della modellazione tridimensionale:

  • La modellazione organica viene utilizzata per realizzare elementi figurativi e provenienti dal mondo della natura.
  • La modellazione geometrica è invece utilizzata per rappresentare oggetti ed elementi artificiali, principalmente adottata nell’ambito della progettazione tecnica e dell’industrial design.

Software di modellazione 3D

I sistemi di produzione additiva come la stampa di oggetti in tre dimensioni utilizzano modelli digitali ottenuti attraverso appositi software di modellazione, applicativi di Computer Aided Design (CAD) o di animazione, che dividono virtualmente l’oggetto in sezioni trasversali da inviare successivamente alla stampante 3D.

Ideati inizialmente da IBM verso la fine degli anni ’50 per finalità di progettazione in ambito industriale, i primi software di modellazione CAD consentivano forme embrionali di modellazione tridimensionale, basati su

Formati standard per files 3D

Le stampanti 3d richiedono uno specifico formato per il file ottenuto attraverso il software di modellazione CAD: lo standard è STL; il formato PLY è invece lo standard per i file generati attraverso la scansione tridimensionale di un oggetto tramite un apposito scanner 3d, mentre il formato VRML viene generalmente utilizzato per le stampanti 3d in grado di riprodurre oggetti colorati.

Rispondi

Il blog dedicato alle tecnologie ed alle applicazioni di Stampa 3D